LUOGHI SIMBOLO

Chiesetta delle Betulle

Indirizzo: fisicamente la chiesetta è situata al Pian delle Betulle (Comune di Margno) in Alta Valsassina (a circa 1500 metri) ed è di proprietà della Sezione ANA di Lecco.
Tragitto più semplice: Lecco, Valsassina, Margno; da questo Comune si può raggiungere in auto Paglio e quindi a piedi nel bosco (15 minuti circa) il Pian delle Betulle.  In alternativa da Margno funziona la funivia diretta per il Pian delle Betulle. 
Orari: La chiesetta è visitabile e vi si svolgono occasionalmente funzioni religiose.
Consultare la sezione ANA di Lecco, via Pescatori 23 23900 Lecco LC – tel. 0341-364108; fax 0341-354366; e-mail: lecco@ana.it

 

CHIESETTA EX VOTO DEL BTG. MORBEGNO AL PIAN DELLE BETULLE 

Nel 1959 viene consacrata dal cardinale Montini e inaugurata dal presidente nazionale dell'Associazione Alpini, Ettore Erizzo, la chiesetta al Pian delle Betulle (a 1500 metri di altitudine), nata da un voto partito da un gruppo di alpini superstiti del glorioso Battaglione Morbegno nei primi giorni di gennaio del 1941, in Albania.
Durante l'inverno, noi alpini del battaglione Morbegno -scriverà poi l'architetto Mario Cereghini-  "…si pensò a una cappella nostra da erigersi sui nostri monti magari al cospetto delle quiete rive lariane tanto distanti ove ritrovarci ogni tanto con altro zaino, se pure ci fosse stato concesso. Mio Dio, quanti mancarono dopo!"   
Si deve risalire alla rinascita ufficiale del battaglione alpini "Morbegno" nel 1956, dopo che l'8 settembre del 1943 si era sciolto l'esercito italiano e quindi anche il "Morbegno", perché in sezione ANA di Lecco si riprendessero il discorso e la voglia di esaudire il voto, fatto dai "morbegnini" sul fronte di Sqimari, che le tragiche vicende belliche in Grecia-Albania e poi in Russia avevano forzatamente passato in secondo piano. 
E il primo febbraio 1958 Cereghini chiede per lettera all'arcivescovo di Milano G.B. Montini di potergli presentare in visione il progetto della cappella per una approvazione spirituale dopo che l'anno precedente, come tradizione vuole, l'arcivescovo, salito al Pian delle Betulle, aveva buttato una medaglietta tra le erbe dicendo che quello era il posto ove far sorgere una chiesetta per la costruenda stazione turistica. Nel giro di pochi giorni l'Arcivescovo risponde di suo pugno augurando che i voti abbiano quanto prima a tradursi in realtà. 
E' il momento propizio perché all'iniziativa degli alpini si affianchi quella della Turistica Alta Valsassina per giungere insieme velocemente, già nel 1959, alla realizzazione del tempio. E l'altare sarà proprio consacrato dal Cardinale Montini, poi Papa Paolo VI, ed ora Beato. 
La chiesetta vuole somigliare ad una tenda, sono due falde piuttosto ripide, accostate in cima. Una chiesetta tutto-tetto, tutto tetto come sono quasi sempre le baite alpine….  Nel suo interno sono ogni anno murate nel cemento delle marmette con inciso i nomi di tanti reduci morbegnini scomparsi, per onorarne il ricordo.
L'appuntamento sezionale di devoto pellegrinaggio al monumento ex voto si ripete ogni prima domenica di settembre dal lontano 1959...
La nostra chiesetta ex voto ha sempre bisogno di volontari che vi si dedichino e la "curino", anche solo con uno sguardo attento o un intervento ogni tanto per tenere sotto controllo le tracce del tempo che scorre. Sicuramente non è il caso di fare appelli o di indicare esempi, perché lassù c'è il "Morbegno" del Voto, c'è la Madonna che viene da lontano, là c'è la terra di luoghi sacri per gli alpini, c'è la memoria di tanti amici con la nappina bianca andati avanti. 
Luigi Bossi
 




Di seguito uno stralcio del video (in formato DVD)  "La tenda dell'anima" disponibile presso il "museo casa della memoria" , situato sotto la chiesetta.
Il DVD è stato realizzato da:
Paola Nessi e Luca  Ripamonti
voce narrante:
Giorgio Galimberti
a cura di:
Patrizia Bernotto
prodotto da:
Associazione Nazionale Alpini Sez. di Lecco

Lecco, settembre 2009
Durata 25 minuti.












L'icona a fianco, raffigura la Chiesetta ai Pian delle Betulle .
E' un bassorilievo molto particolare realizzato su tavoletta di "plastica";misura 13x13cm e di spessore 4 millimetri.
E' disponibile presso la segreteria della Sez. di Lecco.

Il 12 giugno 2015 ha avuto inizio una manutenzione straordinaria della Chiesetta che ha visto il completo rifacimento del tetto.
I lavori sono stati terminati in tempo record a fine luglio 2015.

(nell'archivio fotografico del sito potete vedere le varie fasi di ristrutturazione della chiesetta)
Clicca qui. 








L'icona raffigura la "Madonna del Morbegno".
E' un bassorilievo molto particolare realizzato su tavoletta di "plastica";misura 13x13cm e di spessore 4 millimetri.
E' disponibile presso la segreteria della Sez. di Lecco.

Dalla Steppa Russa con noi, per noi.
Tra la gente che saliva ogni anno alla Chiesetta nel giorno della nostra Messa c'erano due anziani coniugi di Como zii di un "Morbegnino" e genitori di un sottotenente del battaglione sciatori Monte Cervino che era caduto in Russia.
Ci eravamo tanto affezionati e ci dimostravano tanto affetto che avevamo finiti per chiamarli mamma Rosa e papà Oreste.
Il loro unico figlio prima di morire nella Campagna di Russia aveva raccolto sotto le macerie di una isba l'Icona e se l'era posta nello zaino per portarla a casa a sua madre.
Quando cadde,l'attendente,che sapeva,raccolse l'Icona e la portò a mamma Rosa e papà Oreste in cambio di quel ragazzo vigoroso e buono che non sarebbe tornato.
L'appesero in camera loro di fianco al letto, la staccarono per donarla alla Chiesetta dei "Morbegnini" e divenne la "Madonna del Morbegno".

Oggi l'Icona è conservata all'interno della Chiesetta delle Betulle e visibile da tutti.
Entrando nella chiesetta si trova,rispetto alla "navata centarle", nel corridoi di sinistra in cima vicino all'altare.


Condividi Facebook Twitter Google LinkedIn Pinterest